Elon Musk twitta su Bitcoin: una chiusura a un altro tweet di gennaio?

Bitcoin è diventato una parte dei media mainstream. Anche se potrebbe essere stato strano twittare e discutere di bitcoin qualche anno fa, negli ultimi mesi abbiamo visto un numero crescente di alcune delle figure e delle aziende più influenti parlarne.

Elon Musk è un commentatore veterano di Bitcoin , ed è anche noto per commentare alcune altre criptovalute, anche se è passato un po ‚di tempo dall’ultima volta che ha twittato qualcosa su BTC.

Oggi, al culmine di un fine settimana tranquillo, Musk ha twittato quanto segue:

Immediatamente dopo il suo tweet, il prezzo del bitcoin è aumentato di quasi $ 200 a $ 23.800, che era l’ex massimo storico fissato giovedì.

Venti minuti dopo, Musk ha twittato una risposta al suo tweet originale, affermando che stava „Sto scherzando, chi ha bisogno di una parola sicura comunque !?“

A gennaio, Bitcoin non era la sua parola sicura

I tweet di Musk sono noti per la loro vaghezza, sia che twitti su azioni TSLA troppo costose, Dogecoin o SpaceX.

Tuttavia, il tweet attuale è in qualche modo correlato al suo precedente quando parlava anche della criptovaluta primaria.

A dieci giorni dall’inizio dell’anno in corso del 2020, Musk ha twittato che „Bitcoin non è la mia parola sicura“. Se avessi notato la data oggi, sono esattamente dieci giorni prima della fine del 2020. A gennaio, il bitcoin veniva scambiato a circa $ 8.000. Al momento della stesura del suo secondo tweet, il bitcoin viene scambiato a $ 23.800, un giorno dopo aver impostato il suo massimo storico di $ 24.200.

Come sempre, il suo tweet lascia circa 40 milioni di follower su Twitter a fare domande, ed è senza dubbio una vittoria per Bitcoin trovarsi ancora una volta di fronte a un pubblico così vasto.

È anche interessante vedere dove prenderanno i prezzi da qui e se la criptovaluta subirà un altro vantaggio impressionante.